Antica Minturnae
Ricercatori dell’Appia Perduta

Gli scavi condotti nell’area del castrum (il primo insediamento coloniale romano, 296 a.C.) hanno recentemente svelato un intero isolato della Antica Minturnae, delimitato da un tratto spettacolare della antica via Appia, decumano massimo della città, e dai due cardini ad essa ortogonali. Su un lato della Regina Viarum sono ora visibili la scalinata di accesso al grande santuario urbano (attribuibile a Venere genitrice e correlato alle origini della dinastia Giulio-Claudia) e, di fronte, un grande complesso architettonico (Augusteum) destinato al culto imperiale e realizzato da Augusto all’inizio del suo principato, a completamento di una vera e propria ristrutturazione urbanistica. Oltre a resti frammentari di apparati decorativi databili alla fine del I sec. a.C. in intonaco dipinto e stucchi, sono stati ritrovati marmi dell’edificio monumentale ed eccezionali testimonianze della decorazione architettonica del santuario ascrivibili all’età Flavia. Questo eccezionale scavo archeologico racconta anche molto altro: dalla precedente fase repubblicana della colonia, testimoniata dai pavimenti delle ricche domus (al di sopra delle quali fu impostata la città imperiale), fino agli ultimi secoli di vita della città (ben oltre la caduta dell’Impero Romano d’Occidente), evidenziati nelleinnumerevoli tracce di ristrutturazione e riuso delle strutture del santuario. L’immagine più suggestiva di questi scavi è senza dubbio la spettacolare deposizione di blocchi architettonici sui basoli della Via Appia per impedirne la percorribilità. Questa “obliterazione” ci parla, forse, di un ultimo strenuo tentativo di difesa da nemici provenienti dal fiume, e certamente della fine di Minturnae e della via Appia romana, avvenuta tra il VI e l’VIII secolo d.C. Le attività di scavo, finanziate dal MiBACT e cominciate nel giugno 2020 ad opera della Soprintendenza ABAP FR LT RI su terreno di proprietà del comune di Minturno, sono ancora in corso e raccontate sulla pagina Facebook ‘Antica Minturnae’. Sarà presto online il sito web www.anticaminturnae.it

Il puzzle dell’Antica Minturnae

Dall’Imperatore alla Regina (viarum)

Leggere la stratigrafia, raccontare la storia

Echi dei Venti di Guerra…

Abbandono, spoliazioni e riuso

Gli “Intervalli” dell’Antica Minturnae
LinkedIn0

© All rights reserved. Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale